27 gennaio – Giorno della Memoria

primo-piano-27-gennaio

Oggi l’Italia vive il Giorno della Memoria: istituito con la legge 211 del 20 luglio 2000. Nell’articolo 1 sono racchiusi i valori di un impegno: “La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, come Giorno della Memoria, al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali e la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte; nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”.
La data della ricorrenza è legata al 27 gennaio 1945: quando le truppe sovietiche entrarono nella città polacca di Auschwitz, liberando prigionieri marchiati con numeri, denutriti, sfiniti, abbandonati.
I militari testimoni riscontrarono un sorprendente numero di ebrei. Ma era un piano di genocidio esteso anche a minoranze rom, omosessuali, e altre minoranze. Un progetto esteso in diverse regioni d’Europa.
Le testimonianze dei sopravvissuti raccontano la scomparsa di milioni di vite (la storia oggi ne menziona circa sei milioni. Fra i bambini, almeno due milioni.): i campi dell’orrore, promossi dal regime nazista. Il nostro paese, al tempo alleato con Hitler, fu responsabile delle leggi razziali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...